Ciao Aldo PDF Stampa E-mail
Lunedì 13 Dicembre 2010 17:37

Questa mattina il mio risveglio è stato traumatico. Quando ho saputo della morte di Aldo mi sono sentito cascare il mondo addosso. Per anni Aldo è stato il mio punto di riferimento, era il mio preparatore, il mio consigliere, tutti i miei risultati nel mondo del ciclismo li devo a lui. Anche adesso dopo aver lasciato l'agonismo il nostro rapporto non si è mai interrotto e pur sapendo, da tanto tempo, della sua malattia non ho mai smesso di sperare nella sua guarigione. La mia fiducia e la mia stima in lui era totale e vi assicuro che sono orgoglioso di sapere che anche lui aveva molta stima di me. Non smetterò mai di ringraziarlo di tutto il tempo che mi ha dedicato, ricordo con commozione gli allenamenti fatti dietro il suo scooter sulle strade varesine quando bisognava preparare appuntamenti importanti. Adesso che non c'è più mi rimarrà di lui il ricordo di un grande uomo , un uomo che ha sempre portato avanti con determinazione e coraggio le sue idee e la sua voglia di lottare per un ciclismo sempre più bello e vero. La stessa determinazione e lo stesso coraggio che ha avuto nella lotta al male che l'ha portato via troppo presto. Aldo mi mancherà tantissimo e sono sicuro che mancherà tantissimo a tutto il mondo del ciclismo, adesso c'è bisogno di qualcuno altrettanto bravo e coraggioso che continui a lavorare secondo i suoi insegnamenti e le sue idee sempre innovative e vincenti ma soprattutto oneste e vere.
Grazie Aldo.

Il tuo Daniele

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 50

Video

Gran fondo 14 giugno 09

 
gf

Team FUJI

fuji